Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Con Patrizia Michelis

Jung, a proposito della funzione prospettica del sogno, scrive : “….è un anticipazione di future azioni consce che affiora nell’inconscio, un che di analogo a un esercizio preliminare o a uno schizzo preparatorio, un progetto abbozzato in anticipo […] Non è più profetica di quanto lo siano una prognosi medica o una previsione meteorologica”.

E in altro passo scrive: “i sogni preparano, annunciano o mettono in guardia da determinate situazioni, spesso assai prima che si traducano in realtà”.

La funzione prospettica del sogno come si può declinare nel gioco della sabbia? 

Qual è il valore prognostico e clinico del Gioco della Sabbia nel lavoro analitico e durante il decorso del processo terapeutico? Quali ombre del campo analitico “giocano” nella sabbia quando cresce la tensione energetica nella psiche del paziente? L’intuizione dell’analista come si intreccia con la funzione prospettica dell’immagine, quali passaggi e processi intervengono nel “destino” di questo intreccio? Quali risorse possiamo trovare nelle scene di gioco quando siamo di fronte ad una temperie affettiva improvvisa e tumultuosa che interroga la capacità clinica e analitica? 

Il caso clinico ci permetterà di indagare su queste e su tante altre domande, di guardare e ri-guardare le immagini dei sogni e della sabbia e di dialogare con esse, alla ricerca di quel filo nascosto sfuggito allo sguardo.

Richiedi informazioni (info@lai-group.org)

Condividi sui social...