Caricamento Eventi

Con Clementina Pavoni

Il fotogramma del film di Fritz Lang rende efficacemente il legame indissolubile dell’uomo inchiodato alla macchina nel sottosuolo della città di Metropolis.

Quando nell’infanzia accade più e più volte un avvenimento traumatico sembra che a quel dolore ci si possa avvinghiare ciecamente nel corso della vita per riviverlo senza sosta. In contesti diversi ma con identiche modalità.

Il Gioco della Sabbia ha offerto all’analizzante e all’analista la possibilità di vedere la rappresentazione di quel ‘meccanismo’, e di rivivere, oggettivandolo, il legame coercitivo.

Richiedi informazioni (info@lai-group.org)

Condividi sui social...